Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

mercoledì 18 dicembre 2013

Franco Calandrini - Corpi estratti dalle macerie

Titolo originale:
Autori: Franco Calndrini
Anno 2013
Edizione: Quarup
Pagine: 67
"Ci sono cose che si possono dire e altre solo pensare. Invertire il loro ordine naturale solitamente sconvolge l'ecosistema domestico."

Esistono, come si sa, libri il cui scopo è far esplodere la loro stessa realtà.
E’ una loro caratteristica naturale, le idee che contengono sono bombe a orologeria il cui innesco è negli occhi di chi legge e i loro autori ne sono consapevoli, chi più, chi meno.
Esistono poi, anche autori, che come fossero minatori post moderni con tanto di scafandri e piccoli fari di profondità montati sul casco, imbracciano la penna come un piccone, a volte, i migliori, i più audaci, come un candelotto di dinamite.

giovedì 12 dicembre 2013

Nichilismo del giorno

La verità è che per lo Stato non è importante per cosa si manifesti, ma chi manifesta.
Non serve altro per sapere già all'origine, sempre, come comportarsi


martedì 10 dicembre 2013

Mentre il mondo cade a pezzi io compongo nuovi spazi. Ovvero: ritorno all'ovile.

E' evidente che il titolo, tratto parzialmente da un noto stornello della contemporanea musica leggera italiana, abbia come unico scopo quello di farmi insultare, una specie di mea culpa che in tutta evidenza possa far comprendere quanto il silenzio di queste settimane sia stato effettivamente troppo e anche, tutto sommato, non voluto. 

A ogni modo mentre avete continuato a trastullarvi e titillarvi ben benino, ché si sa dove c'è gusto non c'è perdenza, il mondo attorno a voi s'è messo a viaggiare sodo: già solo negli ultimi due giorni si è avuta la combo: elezione del Sindaco del PD / poliziotti che fanno comunella co' Rivoluzionari, ché a questo punto deduco debbano essere più simpatici dello studente medio, visto che davanti a loro alcuni agenti delle forze dell'ordine miste hanno deciso di scappellarsi, inteso come togliersi il cappello - casco - e non mostrargli la cappella, gesto guascone senza dubbio, ma fraintendibile e, invece, normalmente con gli studenti usano il crik per potenziargli le funzioni anali - ché uno avrebbe voluto usare il termine scapocchiare, per fare un più serrato gioco di parole, ma poi su internet la prima pagina del verbo è questa e allora pensa che sia meglio evitare il rischio di mettere tutto in burla, che non sta nemmeno bene dopotutto.
Fortunatamente non sono del PD, ché io non lo so nemmeno cosa sono, sfortunatamente sono italiano e quindi mi puppo/erò entrambe le giochesse.

Ma questo è solo un antipasto. La verità è che stiamo aspettando Nymphomaniac di Lars e The desolation of Smaug di Jackson e l'attesa ci ha fatto dimenticare di scrivere. O forse no e il motivo è solo che sono stronzo. [attenzione quest'ultima immagine può suscitare perplessità e/o disgusto]

Ps. Nella diapositiva, elettori Civatiani del Pd festeggiano le primarie abbracciando i Renziani.
Notare la finnacchia scoperta a causa della loro propensione alla lascivia sodomitica.

lunedì 25 novembre 2013

Soundmagazine.it - Massimo Volume - Aspettando i barbari

La parola barbaro non nasce come simbolo di tutto ciò che è selvatico e pericoloso, è, invece, un’onomatopea inventata dai Greci, che indicavano nella ripetizione bisillabica bar-bar i popoli non ellenofoni, letteralmente i balbuzienti. È col tempo, invece, che si evolve fino ad arrivare a noi e ad assumere il quotidiano significato negativo.

venerdì 22 novembre 2013

Nichilismo del giorno.

Oh caro strombazzatore,
che festoso paraculo saluti l'incrocio con il clacson, non fermandoti allo STOP in costosa vernice bianca posto a pochi metri dal muso della tua utilitaria color CessodiTiburtina e, così facendo, quasi speroni l'ultimo allievo vivo di Coppi e lasci attoniti nella loro macchina una coppia di poveri anziani - con lui fisso a sei centimetri di distanza dal parabrezza a superare con il collo il volante mentre la macchina scorreggia i trenta chilometri orari e lei a cercarsi gli occhi (suoi e degli altri) nel fondo di bottiglia che indossa sul naso - a chiedersi se è mai cambiato il codice della strada o quantomeno il senso di marcia, e il giallo sudore caldo (poi freddo) a macchiare i copripudenda di entrambi, spero che ti possa venir moscio ogni volta che stai per applicarti nella mansione riproduttiva che tanto ti garba praticare dopo la Domenica Sportiva, in modo da essere sicuri che il mondo non abbia a godere in futuro di una genia così avanguardista.

domenica 10 novembre 2013

Frivolezza del giorno


"Goce di memoria".
Ovvero: "Satellite, mentre cadi aricordati de l'amichi e de chi t'ha voluto sempre bene".

domenica 27 ottobre 2013

Soundmagazine.it - L'amo - Di Primavera in Primavera

Di Primavera in Primavera è un disco indecifrabile e, perdonatemi se esordisco con un simile colpo a bruciapelo, ma immaginate di dover operare al cervello con una chiave inglese, citazione da film brucewillissiano e anche, per siglare il fatto di aver preso due piccioni con una fatidica quanto prodigiosa fava, il simbolo dell’etichetta di questo disco dei L’Amo, la Fallo Dischi, e capirete come possa sentirmi io a doverci scrivere su.

giovedì 24 ottobre 2013

Frivolezza del giorno - Fanfullata di Costantino

"E Dio, che amava il suo popolo di Roma, disse: 
- Miei amati, volete che io vi insegni a nettar da seduti il vostro deretano con l'acqua o volete, invece, che infonda sapienza nell'imparare a far convergere la vostra rabbia in un unico insieme, per sgominare i despoti rivoltandovi? -
E gli italiani risposero con una sola voce:
- In culo sì, ma che almeno sia pulito
! -"

Bibbia. Dt. 21: 15

martedì 22 ottobre 2013

Frivolezza del giorno


 
L'amore prima del Silkepil.

- Amore, dove sei?
- S'o ne'la ju'gla ti c'mo dopo ... no' è 'ampo!

lunedì 21 ottobre 2013

Soundmagazine.it - Kutso - Decadendo (su un materasso sporco)

In campo musicale non ci sono scoperte migliori di quelle che si possono fare durante un live, i Kutso, per esempio, visti qualche settimana fa a Firenze all’incontro annuale del Keep On,  son stati decisamente una scoperta più che sensazionale – anzi rimpiango abbastanza di essermeli persi finora nel marasma di uscite indipendenti annuali - ho quindi smarmellato [cit.] le scatole a Valentina, che mi ha prontamente accontentato nella richiesta, sicché in un lampo mi son ritrovato per le mani Decandendo. Su un materasso sporco, opera prima di questa band romana.

venerdì 18 ottobre 2013

Storizzamimi #14

Duemiladuecentoquindici oggi fa, o giù di lì ché con la storia antica nessuna data è mai certa, sotto il sole brillante tunisino, su una porzione di terra non ancora esattamente identificata, si confrontarono con i rispettivi eserciti e le rispettive storie, due dei più grandi uomini partoriti dall'umanità. 
In questo giorno, a Zama, Lucio Cornelio Scipione superò, ma non tatticamente pur vincendo, l'uomo che per quindici anni aveva incarnato gli spiriti della Velocità, della Guerra e del Comando, insieme. In questo giorno nella fuga che seguì la rotta, tramonta senza ancora spegnersi per sempre, la stella di Annibale Barca.

giovedì 17 ottobre 2013

Paolo Di Orazio e Vincenzo Perrone - Primi delitti

Titolo originale:
Autori: Paolo Di Orazio e Vincenzo Perrone. Disegni: Marco Soldi
Anno 2007
Edizione: 001 Edizioni
Pagine: 64
 

Non trattate male i bambini. Loro, prima o poi, crescono

Ricordo sempre i miei sogni e considero questa dote una singolare grazia ispiratrice, questo pur essendo il mio uno di quei casi, non so quanto rari, in cui la violenza quotidiana del mondo in cui siamo immersi attecchisce in essi con particolare alacrità. Faccio spesso, infatti, sogni di sangue e altrettanto spesso mi capita di avere sogni ricorrenti.

martedì 15 ottobre 2013

Nichilismo del giorno


Cari cantautori indie,
scrivere testi come:
"Ti ricordi la ragazza alla stazione
che fumava Nazionali,
chissà cosa sa di noi
?
E poi quei film Uzbecki
con quell'uomo nudo
?
Tu adesso come stai?"
non so come dirvelo, ecco, sì, vi rende imbarazzanti.
Comprendo che il pubblico è quello che è, ma voi ve lo meritate tutto. 
Tutto.

martedì 8 ottobre 2013

Aforisma del giorno

"Ché sarà pure vero che il tempo fugge, ma se poi quando l'avete non ve ne fate un cazzo, non lamentatevi"

mercoledì 2 ottobre 2013

Nichilismo del giorno

Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio. (Bo)
In attesa che qui diventi tutto cenere, in attesa che gli avanzi vengano spacciati per una qualche polvere d'oro appena sporchi della guazza d'autunno, mentre il fumo delle città sarà alto e il vento lo spazzerà in lungo e in largo, nel mezzo dell'incertezza collettiva, vedremo prima solo appena accennata e poi sempre più definita una vela, un'enorme vela bianca con nel mezzo una croce rossa.
E lì dove troneggia quella vela, àncora di salvezza per questa società mediocre, su quella barca chiamata Democrazia Cristiana, faranno i diavoli a quattro per salirci, farete i diavoli a quattro per votarli pur di salvarvi la coscienza.

lunedì 30 settembre 2013

Storizzamimimi #13

Cinquecentosessantuno oggi fa, realizzata in una tipografia di Magonza da Johannes Gutenberg e i suoi soci Johannes Fust e Petrus Schoeffer, veniva alla luce una Bibbia in due volumi da più di milleduecentopagine, il primo libro stampato della storia dell'umanità. 
Con un così largo vantaggio, quando vi viene detto che la Bibbia è il libro più venduto al mondo è più facile immagire il perché.

domenica 29 settembre 2013

Soundmagazine.it - IlVocifero - Amorte


Pochissime storie cominciano con un protagonista che beve un bicchiere d’acqua e, similmente, pochissime delle più intense non s’innescano nella penombra. E’ come se l’alcol e il buio, anche quello più accennato, possano liberare più facilmente le turbe, gli sfoghi più reconditi di cui a volte non ci si vorrebbe far carico o quelli che solo con la compiacenza dell’invisibilità all’altrui sguardo mostriamo con più naturalità.

martedì 24 settembre 2013

Frivolezza del giorno

Icaro.

Poesia ermetica.
Soli d'ale.

Chiunque ne fosse autore ha la mia estasi. Io l'ho trovata qui
  

lunedì 23 settembre 2013

Quarto anno


In attesa che il groove dei Marc4 vi salti addosso amoreggiando con le vostre meningi e raccontandovi storie di bulle e pupi che giocano una mano di poker intorno a tavoli verdi in sale fumose, gli anni scorrono e noi siamo al 4 (guarda te le coincidenze!). Che a seconda di come lo si conta (ad esempio per i cani è uno più sette per tre) può rappresentare varie età. A noi, però, ci piacciono tutte, quindi disegnateci quella che preferite, ché quando si parla di vecchiezza in un modo o nell'altro poi si finisce per parlare dei costi della vita e uno non sa mai se rispondere: "Ehhh che volete farci..." o anche "Ha ragione, non ci sono più le mezze stagioni" e ancora "Capienza 4 persone, levata massima 290kg".
Poi non so voi, ma io quando penso ai genetliaci, penso sempre a una specie di Capodanno personale, come se l'anno contasse dal giorno di nascita e non dall'1 Gennaio, ma dalla regia mi fanno presente che anche la questione dell'1 Gennaio è legata ai punti di vista.
 
Comunque siamo vivi, come rispondo sempre alla domanda Come va/Come stai, per cui finché siamo vivi va pure bene. O diciamo che può esserci tempo per farla andare bene...
... o peggio. 

Inizialmente sarebbe dovuto essere un post benaugurante, ma non si può mai sapere come vanno a finire le storie. Anzi no, si sa sempre. Tutte le storie finiscono con la merda soprattutto quando la comitiva è più numerosa del numero due e, attenzione, il fenomeno è esponenziale. 
Non si sa perché è una specie di legge non-scritta. 
Provate a mettervi a tavola e a parlare di qualunque argomento, tempo tre ore di chiacchiere ci arrivate. 
C'è sempre qualche creativo dell'argomento. Ma è vero anche che io sono tra questi e il rischio, se io sono presente al tavolo cessa di manifestarsi come probabile.

E dire che i Marc 4 avrebbero potuto lasciar presagire una certa eleganza, o introspezione...  che volete farci, così va la vita. [cit.]
A presto e buona lettura!

domenica 22 settembre 2013

Soundmagazine.it - Yast - Yast

Mentre su tutti i social italiani, chissà magari anche non-italici, imperversa il lapalissiano mantra righeirano – che non sta a indicare una qualche forma di ragadi – “L’estate sta finendo”, a noi ci è capitato per cena questo disco singolare, ché uno s’aspetta che gli svedesi siano tutti sci e zuppe bollenti di una qualche brodaglia al sapore di Mare del Nord e invece ci si ritrova in qualche spiaggia del sud con quaranta gradi all’ombra e solo nello svegliarsi improvvisamente da una pennichella ci si ricorda che si è arrivati lì con questo Maggiolino giallo decappottabile accompagnato da ‘sti cinque tizi con gli occhi chiari e dalle pelle di un bianco chiarissimo.

mercoledì 11 settembre 2013

Soundmagazine.it - Charles Bradley - Victim of love

Fino a questa mattina non sapevo nemmeno chi fosse - e chissà per quanto tempo ancora, senza quel disturbo temporale rappresentato da Facebook, ne avrei ignorato l'esistenza - e già adesso mentre la notte spadroneggia potrei canticchiare con i testi davanti ognuna delle undici tracce del disco.

domenica 8 settembre 2013

Nichilismo del giorno

Vedrete, adesso scoppierà la guerra e Berlusconi manco stavolta andrà in galera.

James Ballard - L'isola di cemento


Titolo originale: Concrete island 
Autore: James Graham Ballard
Anno 1974
Edizione: Anabasi Tascabili
Pagine: 198

Siamo alla stazione, un uomo vestito con un completo gessato marrone, incravattato su una camicia bianca, attende febbrilmente l'arrivo del treno. Nel sentire la voce automatica, sputata dagli altoparlanti: "Si ricorda ai gentili viaggiatori che è severamente vietato attraversare la linea gialla", proprio mentre con la punta del piede è sul punto di toccarne i bordi, trasale, riportandosi all'interno del suo spazio calpestabile. La testa oscilla a destra e a sinistra, come se non sapesse, o non ricordasse, da quale lato dovrebbe arrivare il treno.

venerdì 6 settembre 2013

Storizzamimimi #12

Quattrocentoquarantasette oggi fa, all'età di settantadue anni nel pieno della grandezza del suo Impero e mentre anzi era impegnato ad accrescerne i confini, moriva Süleyman Kanuni, conosciuto in occidente col soprannome di Solimano Il Magnifico, sultano, padiscià e califfo dell'Impero Ottomano, legislatore, innovatore, patrono di arti, poeta e conquistatore, che sbalordì con il suo operato ogni uomo che in quegli anni visse e coloro che gli succedettero.

giovedì 5 settembre 2013

Agosto, moglie mia non ti conosco ... ma, ti dirò, pure a settembre...

Siccome è bene essere sicuri di non creare fraintendimenti, voglio tranquillizzarvi, Capitan Pezze Ar Culo ero e tanto so' ancora. 
No, hai visto mai, che magari uno dice: "Deve aver fatto i soldi per questo non scrive più", "Chissà dove ha passato le vacanze", "Vedrai che c'è qualcosa sotto". 
No, no, è proprio che c'ho addosso sta voglia di fare un cazzo che mi porto da luglio e manderei tutto a culo.
Ma siccome vi ano voglio bene, sono tornato - e già vi sento a dire: "No Kiavik non tornare" - [cit.]. Tra l'altro a camminare per città e a cercare i chiuso per ferie ci passerei le giornate, ma siccome non son dotato di macchina fotografica, ché dalle mie parti ancora si cucina col carbone nel mezzo della stanza, abuserò del calcolatore elettronico e di quello che passa il convento la rete.
La mia garbatella
E dire che è stata un'estate intensa (e ancora ne manca al 21), con il Parlamento ormai in subbuglio e pronto a carte false per salvare un pregiudicato, una guerra che sta per devastare ulteriormente il Medio Oriente e soprattutto la "creazione" della nuova moda del momento il Vajazzling, che se non fosse così simile al mettersi i coni sull'uccello, praticata da non so quale popolo indigeno di non so che paese, ci avrei pure fatto uno speciale su "Tu che ne sai di porno?". 
Ma anche se Jennifer Love Hewitt, ci ha la topa sfranciugliosa, da quando ha cantato con quel bitorzolo di Iglesias figlio, non si merita manco una pagina sulla rubrica "Donne di Malaffare" di Famiglia Cristiana, figuriamoci se ci dedico una MIA puntata.

Cambiando discorso, i Soprano sono una cannonata. Ho dovuto aspettare la morte di Gandolfini, per vederlo tutto intero. Ma è da intendere più come omaggio che come speranza finalmente palesatasi. Come ho detto altrove, Romanzo Criminale sta al mito come i Soprano all'umano. Anche Breaking Bad spacca, leggasi spacca il culo, anche se ieri ho scoperto che mi toccherà aspettare ancora non so quante puntate per vedere la fine di tutto e la cosa mi ha indispettito. Ma lo vedrò, tanto ormai... 
Oh intendiamoci, non è che abbia solo visto serie tv, però è una di quelle cose che non faccio praticamente mai e invece st'estate mi ci son scimmiato, anche perché non è che Bologna offrisse chissà quali frizzanti giornate. La dottagrassaerrossa d'estate acquista un fascino tutto suo, tipico di quelle città da cui i non morti di fame la gente normale scappa non appena il termometro sale sopra i 32°. Bella, bellissima, imperdibile. 
Che detta così... 
però sono serio. 
Poi in agosto a casa son sempre solo, ché i miei coinquilini se ne vanno, per cui pazza gioia! Che consiste più nell'ascoltare musica come se non ci fosse un vicinato e fare il nudista, che invece trombà anche sui muri. Ma vabbè, siam gente semplice ci s'accontenta di poco.
Ora che abbiamo ri-rotto il ghiaccio però vi lascio, che devo vedere di trovare nuove amicizie nel nome di Cristo su www.christiannymphos.org, anzi se girovagate lì in giro fate sapere che la gaiezza esiste solo se condivisa.
Buona lettura!

Ps. Invece ai più nerd propongo di aprire un totoscommesse e godervi qualche Death Battle. Dateje!

sabato 13 luglio 2013

Soundmagazine.it - Umberto Maria Giardini live (11 luglio 2013)

Aurora Bernardinello - UMG
Ogni tanto, anche nella mia ricerca e nel mio tentativo quotidiano di non perdermi nulla, capita - nonostante l'impegno profuso - di mancare proprio una delle mani di poker più succulente. Così è stato l'anno scorso quando m'è sfuggito da sotto il naso recensorio La dieta dell'imperatrice, disco d'esordio del progetto Umberto Maria Giardini: Umberto Maria Giardini - Voce e chitarra elettrica -, Marco Marzo Maracas - Chitarre -, Giovanni Parmegiani - Piano Rhodes, organo Hammond -, Cristian Franchi - Batteria -; ex Pineda, da me mai abbastanza compianto, ex Moltheni, per cui ogni tipo di presentazioni sarebbero un orpello.

mercoledì 10 luglio 2013

Alan Moore - Futuri incredibili

Titolo originale: Alan Moore's Shocking futures (best of 2000 AD)
Autore: Alan Moore- disegno AA.VV. [vedi tag]
Anno 2008
Edizione: Magic Press
Pagine: 208

Non è facile sedersi, prendere una penna in mano e scrivere pensando al futuro. Non dico già farlo con in mente il jet supersonico che viaggia nello spazio-tempo e il mondo diviso tra mondo di sotto (fogne), mondo di sopra (asfalto) e mondo di sopra sopra (aria). O immaginarlo con i robot che interagiscono con la realtà (vera) al posto degli uomini, ormai immersi - gli uomini - in una realtà (virtuale) permanente. 

sabato 6 luglio 2013

Soundmagazine.it - Persian pelican - How to prevent a cold

Conobbi questo mirabile progetto in una delle mie, sempre più rare ormai, serate dedicate alla musica dal vivo. Non ero lì per lui, spalla dell'evento, ma la bellezza del concerto si concentrò principalmente nell'essermi imbattuto in una simile scoperta.

venerdì 5 luglio 2013

Frivolezza del giorno - Merda non si dice

"- Sfogarsi con il classico "Italia paese di merda", per quanto liberatorio, non può essere tollerato - ma rincuoratevi potrete ancora farvi comprare casa a vostra insaputa!"

giovedì 4 luglio 2013

Soundmagazine.it - Eva mon amour - Lo specchio e l'Aspirina

Probabilmente è vero, per potersi guardare allo specchio, dico, per farlo con abbastanza autocritica da vedersi per quel che si è con le proprie maestà splendenti e le proprie meschinerie misere, servono secchi di Aspirina o magari di qualche medicina alternativa che faccia pagare un po’ meno.

mercoledì 26 giugno 2013

Frivolezza del giorno

"Il fatto che la parola pacco indichi sia le fregature che la sacca dei pantaloni contenente il parco giochi maschile, dovrebbe far riflettere un po' tutti su quel che avranno da guadagnarci nello scegliere di sporcarcisi le mani"

martedì 25 giugno 2013

Aforisma del giorno

"Mi è stato detto che i buoni muoiono sempre prima degli altri.
... 

io, per sicurezza, salvo tutte le volte che sto per uscire di casa"

venerdì 21 giugno 2013

Soundmagazine.it - Two more canveses - Two more canveses

E' sempre, per varie ragioni, un gran colpo di fortuna trovarsi di fronte a un'opera prima, tra cui soprattutto il fatto di incontrare la pasta non ancora influenzata, se non dalle proprie abitudini culturali, dell'autore o degli autori, caratteristica che rende le forme, ancora così tanto personalizzate, affascinanti in un modo tutto particolare, dotate di una bellezza percepibile, quasi avessero addosso una specie di aura.

mercoledì 19 giugno 2013

lunedì 17 giugno 2013

Soundmagazine.it - El Bastardo - Wood and steel

A ben cercare sul disco, che fisicamente non ho avuto il piacere di poter spulciare - MP3 rules - son certo che troverete scritto da qualche parte: "Non sparate sul musicista" e, al peggio, se non scritto sulla copertina o suo retro, lo ascolterete, in forma di sottinteso, nelle prime schitarrate accompagnate dall'armonica di There's a train you can't step out of,

giovedì 13 giugno 2013

Soundmagazine.it - Polar for the masses - Italico

Due dischi e un EP all’attivo in cui l’anglofonia fa da padrona ai testi, poi arriva Italico e, forse in risposta al consolidato disastro quotidiano, i Polar for the masses pescano dal loro cilindro creativo una sequenza di testi incazzati,

venerdì 7 giugno 2013

Intermezzo prima del fine settimana

In attesa che il governo più ignavo, inconcludente e ignorante della breve Storia della repubblica, ci traghetti verso uno stato di polizia economico/bancaria, né liberale, né sociale, e si decida se preferire che si vada in giro con i sandali anche in inverno, oppure optare per un sobrio calzino bianco a coste in filo di Scozia anche in estate, dando ordine di ammazzare di botte chiunque decida di manifestare il proprio dissenso o anche si trovi lì per caso - consapevoli che tanto in tribunale in caso di eccesso di zelo delle Forze dell'Ordine la colpa risulterebbe, al più, dei medici - mi piacerebbe sapere quanto vi faccia sentir bene aver votato le persone che avete votato con la profonda credenza che non solo meritassero il suddetto, ma che fossero piene di quella grazia maestosa che dovrebbero possedere gli uomini e le donne che assurgono a un ruolo tanto bello quanto pesante quale dovrebbe essere quello di rappresentare la Democrazia.
 
Questo, e quanto i vostri "selezionati" - ché in Italia non si può nemmeno selezionare il porco, ma solo il macello di provenienza - ritenete che stiano accuratamente badando e rispettando con opere e missioni la vostra scelta. O la scelta era rappresentativa del vostro idealizzato Male Minore?
Ma aspettate, non ditemelo, rispondetevi, parlate a voi stessi, poi fatemi sapere quel che pensate.

E, per favore, non chiedetemi: "...e perché tu che hai/avresti votato", perché non è di voto che si parla qui, ma di analisi.
Buon venerdì.

lunedì 3 giugno 2013

Nichilismo del giorno

Ché poi, non sarebbe mica male un'estate a venticinque-trenta gradi, dico, per una volta male non farebbe, è proprio questa incontinenza liquida ad avere gocciolantemente sciroppato i coglioni.

domenica 2 giugno 2013

Storizzamimimi #11

Centotrentuno oggi fa, a causa di un blocco respiratorio dovuto alla paralisi della faringe, moriva sull'isola di Caprera all'età di settantaquattro anni, Giuseppe Garibaldi, condottiero, patriota anticlericale, massone, incarnazione impetuosa, intrepida e instancabile del Risorgimento ed Eroe dei Due Mondi. Dopo tutti questi oggi trascorsi, nonostante l'Italia che allora fu fatta, ancora si attende che siano fatti gli italiani. 
Buona festa della Repubblica!

giovedì 30 maggio 2013

Soundmagazine.it - Weird - Desert love for lonely graves

Dieci giorni per cercare l'ispirazione adeguata, per scoprire improvvisamente di averla sempre avuta sotto gli occhi: Dark was the sky, cold was the rain, prima traccia di Desert love for lonely graves  dei romani Weird, che tradotta potrebbe suonare all'incirca come: scuro era il cielo, fredda la pioggia; niente di più adeguato in una notte come questa illuminata a lampi, rombante di tuoni.

lunedì 27 maggio 2013

Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci - Defcon X

Titolo originale:
Autori: Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci
Anno 2009
Edizione: La Mongolfiera Editrice
Pagine: 101

"- Che vuol dire un'impressione?
- Una cosa che sembra in un
 modo e invece è in un altro."

Defcon, è la sigla che descrive per le forze armate degli Stati Uniti d'America lo stato di allarme, traducendo in termini umani, un'esplicazione del disagio interiore crescente. X indecifrabile.

giovedì 23 maggio 2013

Nichilismo del giorno

Premurosi vicini che a tutte l'ore accendete la vostra rintuzzante, monotona, armonia microcefalica alzando il volume delle vostre casse, il fatto che nel cervello siate degli sfollati del cazzo, presumibilmente vi autorizza a fare come vi pare, "ma giuro e gran giuramento" [cit.] verrà il giorno in cui v'incravatterete e io, che mai son stato come voi perché nelle mutazioni son sempre stato io - talvolta parodia di me anche ma mai farsa -, sarò lì a bullarmi di voi e della vostra mestizia manifesta di ventenni, che non trova altra via per manifestarsi che incularsene di ogni mondo al di fuori del vostro.
Con affetto, pregate il vostro Dio.

domenica 19 maggio 2013

Storizzamimimi #10

Trecentosessantotto oggi fa, probabilmente a causa di un tumore al fegato, moriva da qualche parte nel Giappone ad un'età non esattamente definibile se non come veneranda, Shinmen Takezo Musashi no Kami Fujiwara no Genshin, agli annali conosciuto come Miyamoto Musashi, pensatore poliedrico, filosofo, scultore, calligrafo, poeta, samurai invitto, che innovò con il suo ingegno e la sua abilità con la spada, l'arte militare e la strategia, applicando finemente entrambe alla vita. 

venerdì 17 maggio 2013

Soundmagazine.it - Going Indigo - Going Indigo

Going Indigo, quasi come l'andare in bianco delle battute tra amici, ma, anche se notturno, il disco si veste di un connotato più peculiare, a sottolineare  che l'indaco non è il bianco. E' uno di quei dischi che ti fanno fare i viaggioni, dico proprio nel vero senso della parola, non solo figurato.

mercoledì 15 maggio 2013

Hunter S. Thompson - Cronache dal rum

Titolo originale: The rum diary
Autore: Hunter Stockton Thompson
Anno 1998
Edizione: I Tascabili Dalai Editore
Pagine: 275



"... Come quasi tutti, ero un arrivista, un tarantolato, uno scontento cronico e spesso e volentieri un attaccabrighe idiota. Non ero abbastanza pigro per stare a riflettere, ma credo che in qualche modo il mio istinto avesse ragione. 
A volte condividevo il loro ottimismo, che alcuni di noi avrebbero fatto carriera, che in fondo avessimo imboccato la retta via e che i migliori sarebbero certamente arrivati in cima. 
Allo stesso tempo, provavo l'oscuro presentimento che la vita che facevamo fosse una causa persa, che non facessimo altro che recitare, prendendoci per il culo a vicenda in un'odissea senza senso. Era la tensione tra questi due poli - un idealismo inquieto da un lato e l'incombere di un destino tragico dall'altro - che mi dava la carica."

sabato 11 maggio 2013

Soundmagazine.it - Oslo Tapes - Oslo Tapes

Ogni volta che il mito racconta il duale, eccetto forse nella forma Yin/Yang, lo fa separando distintamente il bene dal male, come se le due cose non possano combinarsi, né possano essere la definizione più precisa della complessità di un tutt’uno, ma invece debbano necessariamente essere scissi, essere una contrapposizione.

lunedì 6 maggio 2013

Frivolezza del giorno - Compleani

Qi ogi, no bele giorne, pieno di nuvolo qe sembra qe dice qemminqiaguaddi, pero tanti saluti e baci qe no facie a rispe a tenpo qe ne arive altra e mi qiede ti ricordi qe ci avvi le dita nel naso e era come ogi ma belo e io no e lui ahahaha qe ride qe tenpi qeli e io ride si ma poi penza ma qe ridi bo. Anqe poi ce qi mi dice e io per no risponda uquale mi in venta e poi no sa se e per i fisqioni qe fumo o ci so divente co sì. Mia nonna qando ancora parlei co me per di parle co me diceva "Qiu gran' t' fac' qiu stued'c divind" ma io mai capie lei no parla italia.

Buon lunedì e grazie a tutt@!

mercoledì 1 maggio 2013

Aforisma del giorno

"Non so se, visto l'andazzo, augurarvi una buona festa del Primo Maggio o augurarvi di lavorare almeno oggi"

martedì 30 aprile 2013

Shingo Tamai - Dei O Demoni - Carne e acciaio

"Hiroshi si portò una manica del vestito alla bocca e si rialzò con lentezza cercando di riprendere il controllo del proprio respiro. Si incamminò, sempre con il volto coperto dalla manica, seguendo la pendenza del terreno per orientarsi. I suoi passi facevano un rumore molliccio, contro quella melma. Si fermò quando col piede urtò qualcosa. Una specie di istinto gli suggerì, anzi, gli gridò di non guardare. Hiroshi chinò la testa con lentezza, come se si sentisse costretto a disobbedire da qualche forza più grande di lui. Ai suoi piedi un braccio umano abbandonato in quella poltiglia. Era bruciato, in parte sciolto. Semidigerito

Quattro giorni, tanti ne son passati dalla presentazione che io e gli altri Shingi abbiamo fatto il 26 Aprile al Napoli Comicon 2013.
Oggi, anche se in realtà avrei già dovuto farlo ieri, è ufficiale, Carne e Acciaio, secondo volume della saga di Dei o Demoni è uscito. 

Qui potrete trovare qualcosa di interessante per titillare le vostre papille in attesa del nuovo tomo. 
Non chiamatela Fanfiction, finireste per non credere ai vostri occhi.
Shingo Tamai Giallo vi augura buona lettura.

Carne e acciaio - Società Editrice La Torre 

giovedì 25 aprile 2013

Aforisma del giorno

"Uno dei drammi del mondo - di certo italico, ma non solo - è l'appropriazione indebita della parola Resistenza.
L'origine del pensare di essere nel giusto a vomitare idiozie insulse contro le donne e gli uomini che hanno pagato in centimetri di pelle propria questa nostra lisa democrazia, nasce dall'ignoranza, ma anche dalla deficenza intellettiva (intesa esattamente come mancanza), che Resistere è stato e dovrebbe essere tuttora un bene comune.

Buon 25 Aprile.
Buona Resistenza
"

domenica 21 aprile 2013

sabato 13 aprile 2013

Soundmagazine.it - Ofeliadorme - Bloodroot

Pensare che gli indiani d’America utilizzassero lo stesso fiore per dipingersi il volto prima di andare in battaglia come medicinale e come filtro d’amore, fa riflettere. Fa riflettere, ad esempio, su quale filo sottile esista per gli esseri umani, senza troppe distinzioni di collocazione geografica, a separare tutte le emozioni.

domenica 7 aprile 2013

Marta sui Tubi live (5 Aprile 2013)

D. Di Carlo - Alessandro Grazian
"E' un uomo fantastico e come tutti gli uomini fantastici è pelato"
Giovanni Gulino - Indovinello 
 
Lo so, non me lo dite, lo so.
Ne ho parlato ormai in tutte le salse.
Ma mettetevi nei miei panni: erano a Bologna - nel pomeriggio avevo mancato lo showcase in formazione ridotta alla Galleria Acquaderni - era la prima data in città del nuovo disco - e del tour - potevo mancare?

lunedì 1 aprile 2013

Storizzamimimi #9

Ventinove oggi fa un giorno prima del compimento del suo quarantacinquesimo anno d'età, a causa di un litigio sfociato per alcuni documenti sistemati male e dietro il quale si celavano ben più profonde incomprensioni e un'alterazione momentanea dall'uso di stupefacenti e da uno stato depressivo cronico, moriva con un unico colpo di pistola al petto Marvin Pentz Gay Jr., Marvin Gaye, cantante, produttore discografico, immortale, sensuale e potente voce del soul americano. Il padre, suo assassino, che invocherà la legittima difesa, aveva ricevuto in regalo da Marvin la pistola solo pochi giorni prima.

domenica 24 marzo 2013

Nichilismo del giorno

"Se avete scelto di farvi comprare per soldi, la cifra che hanno speso per voi è quello che voi valete. E la vostra non è una miseria economica"
 

sabato 23 marzo 2013

Soundmagazine.it - Rigolò - Slagenmensch

Slagenmensch, un titolo che suona come una specie di dichiarazione di guerra su un cielo nuvoloso ma non rabbuiato e un uomo che gioca con la propria elasticità fisica. Questo, a voler cominciare dagli involucri, è il modo in cui si mostra il terzo lavoro dell’ormai espanso Rigolò, progetto di Andrea Carella.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget