Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

sabato 19 novembre 2011

Incontro con l'autore - Lorenzo Arabia (16 novembre 2011)

Ivan Graziani. Viaggi e intemperie, edito dalla Minerva edizioni. E perdonatemi se comincio così "alla crudele", come si direbbe a casa mia, ma voglio essere certo che vi resti in mente il titolo di un libro che, nel suo formato da disco a 45 giri, è il risultato di un'infinita passione, e con il suo naturale tributo a uno dei più grandi rocker italiani di sempre, va a colmare un inaccettabile vuoto editoriale. 

Feltrinelli ore 18, come già mi accadde all'incontro con Vitali, tutto è organizzato all'addiaccio della galleria, di cui nonostante la sua importanza continuo a non avere idea di quale sia il nome, del resto se si montano le casse e il mixer la Feltrinelli di Piazza Ravegnana va in outdoor, ormai si sa. 
foto di Roberto Della Vite
Ad attendere l'inizio della presentazione, molto più vicina a un vero e proprio evento, visto l'allestimento compreso anche di strumenti musicali (basso, batteria e una chitarra leggendaria come una spada di Musashi) e alla presenza dell'autore Lorenzo Arabia, dello scrittore Gianluca Morozzi e della famiglia Graziani (moglie Anna e i figli Tommaso e Filippo), non meno di sessanta persone, sorridenti già dall'inizio, come se si aspettassero prima ancora di vederlo inscenato, un incontro spettacolare.
E come si sperava che fosse, è stato. 
foto di Roberto Della Vite
Sin dalla precisa introduzione e successiva intervista ai presenti di Morozzi: durante la quale si è scoperto che la biografia, introdotta da una prefazione di Lilly Greco (produttore artistico e fonico italiano) e Renato Zero, fa uso nella sua stesura di un'impostazione canonica, si arricchisce di un apparato fotografico (curato dal fotografo Roberto Della Vite) composto da interi album di ricordi e si addiziona via via di contributi collettivi (anche di moltissimi musicisti e cantautori italiani), di aneddoti, di spaccati di vita umana e musicale di Graziani artista, di voci di fan e di un dvd contenente una selezione dei live di tutti suoi tour fatti nel corso degli anni; alla quale chiacchierata si è intrecciato poi il racconto corale degli ospiti presenti, sulla genesi di un libro che unisce la passione dell'autore alla riconoscente benevolenza dei familiari.
foto di Roberto Della Vite
Una presentazione/viaggio che nel suo intermezzo e finale musicali ha portato in scena Arabia e i due figli di Graziani a suonare egregiamente (sono decisamente rimasto stupefatto delle doti canore di Filippo, eccezionalmente simili a quelle del padre) pezzi famosissimi del cantante teramano (prima parte Lugano addio, Monnalisa e Pigro; seconda parte Firenze e Dada).

Da mercoledì ascolto continuamente la voce e la musica di questo cantante incredibile e fa strano che se ne senta parlare così poco rispetto all'importanza da lui occupata all'interno della nostra storia musicale. Resta tuttavia la speranza consolativa (in questo caso nient'affatto magra) che con questo libro, quel vuoto lasciato troppo presto e così tanto a lungo nella memoria collettiva sia un po' meno vuoto.
A presto e buona lettura!

Ps. Quali parole posson bastare per ringraziare la gentilezza, quando si manifesta in tutta la sua spontanea eleganza? Grazie Roberto per le foto. Davvero.
Pps. Viaggi e intemperie è anche (o forse bisognerebbe dire innanzi tutto) il titolo dell'album uscito per l'etichetta indipendente Numero Uno nel 1980 e il nome del Tour musicale con cui Tommaso e Filippo rendono attualmente omaggio a Ivan.

1 commento:

Commentate, ché solo nello scambio c'è ricchezza per entrambi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget