Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

lunedì 30 settembre 2013

Storizzamimimi #13

Cinquecentosessantuno oggi fa, realizzata in una tipografia di Magonza da Johannes Gutenberg e i suoi soci Johannes Fust e Petrus Schoeffer, veniva alla luce una Bibbia in due volumi da più di milleduecentopagine, il primo libro stampato della storia dell'umanità. 
Con un così largo vantaggio, quando vi viene detto che la Bibbia è il libro più venduto al mondo è più facile immagire il perché.

domenica 29 settembre 2013

Soundmagazine.it - IlVocifero - Amorte


Pochissime storie cominciano con un protagonista che beve un bicchiere d’acqua e, similmente, pochissime delle più intense non s’innescano nella penombra. E’ come se l’alcol e il buio, anche quello più accennato, possano liberare più facilmente le turbe, gli sfoghi più reconditi di cui a volte non ci si vorrebbe far carico o quelli che solo con la compiacenza dell’invisibilità all’altrui sguardo mostriamo con più naturalità.

martedì 24 settembre 2013

Frivolezza del giorno

Icaro.

Poesia ermetica.
Soli d'ale.

Chiunque ne fosse autore ha la mia estasi. Io l'ho trovata qui
  

lunedì 23 settembre 2013

Quarto anno


In attesa che il groove dei Marc4 vi salti addosso amoreggiando con le vostre meningi e raccontandovi storie di bulle e pupi che giocano una mano di poker intorno a tavoli verdi in sale fumose, gli anni scorrono e noi siamo al 4 (guarda te le coincidenze!). Che a seconda di come lo si conta (ad esempio per i cani è uno più sette per tre) può rappresentare varie età. A noi, però, ci piacciono tutte, quindi disegnateci quella che preferite, ché quando si parla di vecchiezza in un modo o nell'altro poi si finisce per parlare dei costi della vita e uno non sa mai se rispondere: "Ehhh che volete farci..." o anche "Ha ragione, non ci sono più le mezze stagioni" e ancora "Capienza 4 persone, levata massima 290kg".
Poi non so voi, ma io quando penso ai genetliaci, penso sempre a una specie di Capodanno personale, come se l'anno contasse dal giorno di nascita e non dall'1 Gennaio, ma dalla regia mi fanno presente che anche la questione dell'1 Gennaio è legata ai punti di vista.
 
Comunque siamo vivi, come rispondo sempre alla domanda Come va/Come stai, per cui finché siamo vivi va pure bene. O diciamo che può esserci tempo per farla andare bene...
... o peggio. 

Inizialmente sarebbe dovuto essere un post benaugurante, ma non si può mai sapere come vanno a finire le storie. Anzi no, si sa sempre. Tutte le storie finiscono con la merda soprattutto quando la comitiva è più numerosa del numero due e, attenzione, il fenomeno è esponenziale. 
Non si sa perché è una specie di legge non-scritta. 
Provate a mettervi a tavola e a parlare di qualunque argomento, tempo tre ore di chiacchiere ci arrivate. 
C'è sempre qualche creativo dell'argomento. Ma è vero anche che io sono tra questi e il rischio, se io sono presente al tavolo cessa di manifestarsi come probabile.

E dire che i Marc 4 avrebbero potuto lasciar presagire una certa eleganza, o introspezione...  che volete farci, così va la vita. [cit.]
A presto e buona lettura!

domenica 22 settembre 2013

Soundmagazine.it - Yast - Yast

Mentre su tutti i social italiani, chissà magari anche non-italici, imperversa il lapalissiano mantra righeirano – che non sta a indicare una qualche forma di ragadi – “L’estate sta finendo”, a noi ci è capitato per cena questo disco singolare, ché uno s’aspetta che gli svedesi siano tutti sci e zuppe bollenti di una qualche brodaglia al sapore di Mare del Nord e invece ci si ritrova in qualche spiaggia del sud con quaranta gradi all’ombra e solo nello svegliarsi improvvisamente da una pennichella ci si ricorda che si è arrivati lì con questo Maggiolino giallo decappottabile accompagnato da ‘sti cinque tizi con gli occhi chiari e dalle pelle di un bianco chiarissimo.

mercoledì 11 settembre 2013

Soundmagazine.it - Charles Bradley - Victim of love

Fino a questa mattina non sapevo nemmeno chi fosse - e chissà per quanto tempo ancora, senza quel disturbo temporale rappresentato da Facebook, ne avrei ignorato l'esistenza - e già adesso mentre la notte spadroneggia potrei canticchiare con i testi davanti ognuna delle undici tracce del disco.

domenica 8 settembre 2013

Nichilismo del giorno

Vedrete, adesso scoppierà la guerra e Berlusconi manco stavolta andrà in galera.

James Ballard - L'isola di cemento


Titolo originale: Concrete island 
Autore: James Graham Ballard
Anno 1974
Edizione: Anabasi Tascabili
Pagine: 198

Siamo alla stazione, un uomo vestito con un completo gessato marrone, incravattato su una camicia bianca, attende febbrilmente l'arrivo del treno. Nel sentire la voce automatica, sputata dagli altoparlanti: "Si ricorda ai gentili viaggiatori che è severamente vietato attraversare la linea gialla", proprio mentre con la punta del piede è sul punto di toccarne i bordi, trasale, riportandosi all'interno del suo spazio calpestabile. La testa oscilla a destra e a sinistra, come se non sapesse, o non ricordasse, da quale lato dovrebbe arrivare il treno.

venerdì 6 settembre 2013

Storizzamimimi #12

Quattrocentoquarantasette oggi fa, all'età di settantadue anni nel pieno della grandezza del suo Impero e mentre anzi era impegnato ad accrescerne i confini, moriva Süleyman Kanuni, conosciuto in occidente col soprannome di Solimano Il Magnifico, sultano, padiscià e califfo dell'Impero Ottomano, legislatore, innovatore, patrono di arti, poeta e conquistatore, che sbalordì con il suo operato ogni uomo che in quegli anni visse e coloro che gli succedettero.

giovedì 5 settembre 2013

Agosto, moglie mia non ti conosco ... ma, ti dirò, pure a settembre...

Siccome è bene essere sicuri di non creare fraintendimenti, voglio tranquillizzarvi, Capitan Pezze Ar Culo ero e tanto so' ancora. 
No, hai visto mai, che magari uno dice: "Deve aver fatto i soldi per questo non scrive più", "Chissà dove ha passato le vacanze", "Vedrai che c'è qualcosa sotto". 
No, no, è proprio che c'ho addosso sta voglia di fare un cazzo che mi porto da luglio e manderei tutto a culo.
Ma siccome vi ano voglio bene, sono tornato - e già vi sento a dire: "No Kiavik non tornare" - [cit.]. Tra l'altro a camminare per città e a cercare i chiuso per ferie ci passerei le giornate, ma siccome non son dotato di macchina fotografica, ché dalle mie parti ancora si cucina col carbone nel mezzo della stanza, abuserò del calcolatore elettronico e di quello che passa il convento la rete.
La mia garbatella
E dire che è stata un'estate intensa (e ancora ne manca al 21), con il Parlamento ormai in subbuglio e pronto a carte false per salvare un pregiudicato, una guerra che sta per devastare ulteriormente il Medio Oriente e soprattutto la "creazione" della nuova moda del momento il Vajazzling, che se non fosse così simile al mettersi i coni sull'uccello, praticata da non so quale popolo indigeno di non so che paese, ci avrei pure fatto uno speciale su "Tu che ne sai di porno?". 
Ma anche se Jennifer Love Hewitt, ci ha la topa sfranciugliosa, da quando ha cantato con quel bitorzolo di Iglesias figlio, non si merita manco una pagina sulla rubrica "Donne di Malaffare" di Famiglia Cristiana, figuriamoci se ci dedico una MIA puntata.

Cambiando discorso, i Soprano sono una cannonata. Ho dovuto aspettare la morte di Gandolfini, per vederlo tutto intero. Ma è da intendere più come omaggio che come speranza finalmente palesatasi. Come ho detto altrove, Romanzo Criminale sta al mito come i Soprano all'umano. Anche Breaking Bad spacca, leggasi spacca il culo, anche se ieri ho scoperto che mi toccherà aspettare ancora non so quante puntate per vedere la fine di tutto e la cosa mi ha indispettito. Ma lo vedrò, tanto ormai... 
Oh intendiamoci, non è che abbia solo visto serie tv, però è una di quelle cose che non faccio praticamente mai e invece st'estate mi ci son scimmiato, anche perché non è che Bologna offrisse chissà quali frizzanti giornate. La dottagrassaerrossa d'estate acquista un fascino tutto suo, tipico di quelle città da cui i non morti di fame la gente normale scappa non appena il termometro sale sopra i 32°. Bella, bellissima, imperdibile. 
Che detta così... 
però sono serio. 
Poi in agosto a casa son sempre solo, ché i miei coinquilini se ne vanno, per cui pazza gioia! Che consiste più nell'ascoltare musica come se non ci fosse un vicinato e fare il nudista, che invece trombà anche sui muri. Ma vabbè, siam gente semplice ci s'accontenta di poco.
Ora che abbiamo ri-rotto il ghiaccio però vi lascio, che devo vedere di trovare nuove amicizie nel nome di Cristo su www.christiannymphos.org, anzi se girovagate lì in giro fate sapere che la gaiezza esiste solo se condivisa.
Buona lettura!

Ps. Invece ai più nerd propongo di aprire un totoscommesse e godervi qualche Death Battle. Dateje!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget