Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

venerdì 13 gennaio 2012

Milano - New York solo andata.

N.B. Si tratta di un'idea inedita per una sceneggiatura del videoclip del pezzo Milano - New York solo andata dei Calibro 35. Per apprezzarla a pieno vi consiglio di ascoltare il brano mentre leggete.
buona lettura!

Un uomo con in mano una valigetta, alto, spalle larghe, capelli castano chiari, indossa un dolce vita bianco e pantaloni neri, cammina attraversando un corridoio di moquette verde illuminato a neon, tre piante a foglie larghe in vasi stondati di ceramica bianca sul pavimento, alla parete solo i muri bianchi. Ai due lati del corridoio uffici, porte a vetri, luci spente non c'è nessuno all'interno, solo l'ultima porta
in fondo è accesa e opacizza una luce gialla.
La targhetta in ottone porta il nome di U.N.Owen (cit.). Entra senza bussare, ad attenderlo, nella penombra, dietro una scrivania in noce c'è un uomo pelato con gli occhi blu, giacca nera, camicia bianca, cravatta blu come gli occhi. L'unica illuminazione della stanza arriva dalla lampada stile marinaro sulla scrivania. Mette la valigetta sulla scrivania, con l'apertura rivolta verso l'uomo pelato, quello la apre, guarda, non tocca, chiude la valigetta. Si guardano un attimo, poi anche il pelato si alza. Si stringono la mano.

L'uomo dai capelli castani è in aereoporto. Guarda i tabelloni di imbarco, il volo per Milano lo attende al gate 16. E’ senza bagaglio.
Sale sull’aereo, prende posto, l’aereo parte. 

Visuale dalle finestre dell’aereoporto. 
Un uomo inquadrato di spalle guarda l’orologio, le 11.03, stringe nella mano destra una valigetta. 
Nell'ufficio iniziale di U.N.Owen l'uomo pelato dagli occhi blu è riverso sulla scrivania in noce, il volto è contratto, la mano stringe tra pollice e indice un assegno i polpastrelli son colorati di blu. Gli occhi sono vitrei.
Un'hostess con i capelli bruni raccolti alla nuca attraversa il corridoio dell’aereo passeggeri, arriva al numero 122 dove è seduto l'uomo dai capelli castani, si guardano negli occhi, i verdi di lei nei blu di lui. Gli serve un bicchiere basso con due dita di whiskey. Nel prenderlo le sfiora le dita. Si guardano di nuovo, intensamente. L’hostess va via, lui la vede allontanarsi, poi guarda il panorama, beve, respira profondamente, vuota il bicchiere, poi tira giù la tendina dell’oblò. Si spengono le luci. 
Da fuori si vede qualcosa volare giù dall’aereo con un piccolo paracadute.

Un motoscafo a due posti si ferma in mezzo al mare, lo stesso uomo dell’aereoporto (inquadrato di spalle) guarda l’orologio, le 13.02, in quel momento sale una donna con gli occhi verdi, quando si toglie il cappuccio della muta si riconosce l’hostess. Sul sedile del passeggero c’è la valigetta, la prende, si siede e se la sistema sulle gambe. La apre e un riflesso dorato ne illumina il viso.
Visione a volo d’uccello, il motoscafo solca il mare tornando indietro verso il porto di NewYork.     

L’aereo supera l’oceano, arriva all'aereoporto di Milano, all’interno si ri-accendono le luci. L'uomo dai capelli castani ha il volto contratto.
Tracce bianche agli angoli della bocca, le labbra sono blu, gli occhi vitrei.

8 commenti:

  1. Musica e parole sono perfettamente compatte, unanime ed alleate! praticamente si completano! complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Missione compiuta allora. Queste parole sono completamente nate da quest'ascolto!

      A presto.
      A.

      Elimina
  2. Molto molto bello! Adesso però mi spieghi com'è una lampada in stile marinaro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazierrimissime!
      Abbiamo la diapositiva http://i1.sbito.it/images/59/5903715684.jpg
      A presto!

      Elimina
  3. ... e trombano! (perdonami perdonami perdonami)
    Andrea, è bellissima. Bellissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale,
      sono felice ti sia piaciuto.
      E' stato un esperimento estemporaneo quanto creativamente immediato!
      VivA e a presto!

      Elimina
  4. AlfioLidoStelio16 febbraio 2012 11:22

    Fighissimo! E la musica ci sta come il proverbiale cacio sui maccheroni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora s'è fatto il giusto lavoro!
      A presto!
      A.

      Elimina

Commentate, ché solo nello scambio c'è ricchezza per entrambi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget