Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

martedì 14 giugno 2011

Soundmagazine.it - Gli impossibili - Senza ritorno

Araya (voce e chitarra), Ale (basso elettrico e cori) e Davide (batteria) sono Gli Impossibili, milanesi e come parte della seconda generazione punk rock nazionale attivi dal 1994. A tre anni di distanza da “Alcol e furore”, primo album completamente autoprodotto, il 7 giugno è arrivato sulla scena musicale il loro "Senza ritorno", tredici tracce di punk melodico, che richiama nella velocità ritmica il precedente ep.

Questo secondo album è di una freschezza e un'energia a dir poco sensazionale, l'orecchiabilità del loro punk è trascinante e anche i testi godono della stessa qualità, questo nonostante l'ampiezza dei temi trattati che vanno dagli ironici e frivoli, come nelle canzoni dedicate ai tre nomi femminili "Alice", "Laura" e "Ilaria" a quelli più impegnati, ad esempio, di "Utopia", "Multinazionali" e "No-nazi".

Questo prodotto artistico si presenta decisamente in tema con il genere a cui il gruppo fa riferimento e la metrica dei testi, pur non raggiungendo particolari vette di originalità, rende più che genuinamente il carattere energico di questo gruppo che da ben 17 anni è sulla scena musicale alternativa.
Un ascolto che ancora di più risulta meritevole, vista la coraggiosa scelta dell'autoproduzione, che in un mondo dominato da MTV e simili, vale almeno il rispetto verso la coerenza dimostrata per il genere proposto. Il punk è caos, e Gli Impossibili sono espressione di un casino degno del più divertente pogo.
Buon ascolto!

Tracce
- 1 Milano
- 2 Utopia
- 3 La mia ragazza
- 4 Elicoltura
- 5 Sangue freddo
- 6 Multinazionali
- 7 Alice
- 8 No-nazi
- 9 Laura
- 10 Paura di reagire
- 11 Ilaria
- 12 La febbre del gioco
- 13 Voglio vederti danzare

Ps. Ringrazio Valentina e Soundmagazine per l'opportunità!

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate, ché solo nello scambio c'è ricchezza per entrambi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget