Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

giovedì 1 maggio 2014

Cul in aria #1. Ovvero: scintille di scrittura creativa in cucina

Waiting for Pasta alla genovese

Lo sapevano.
Ma sì, che lo sapevano.
Lo sapeva la carne macinata, allora vitellone di sedici mesi e, se vogliamo dar credito a quella storia dei vegetali che hanno un'anima, lo sapeva anche la cipolla, che esisteva un futuro.

Certo non potevano, né il vitellone, né la cipolla, avere piena coscienza, piena consapevolezza, di questo futuro, ma che ci fosse un divenire non potevano certo non averlo compreso, sarebbe bastato guardarsi crescere per capirlo.
Del resto, non è importante che nome gli si dia, se destino, Dio, caso.
Il futuro è semplicemente il passo in là che dipende da quello prima e che dipende a sua volta dall'insieme di tutti gli altri passi vicini e lontani e questo lo sanno tutti, in un modo o nell'altro... Solo, alcuni, non sanno che sfrigoleranno sul fuoco amalgamati nell'olio, ma, a ben guardare, c'è per tutti una punta di coltello ad aspettarli, ed è quello il futuro, l'ultimo che davvero gli interessa, l'ultimo che davvero ci interessa.


Nessun commento:

Posta un commento

Commentate, ché solo nello scambio c'è ricchezza per entrambi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget