Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

giovedì 15 ottobre 2009

Roy Lewis - Il più grande uomo scimmia del pleistocene

Titolo originale: The evolution man
Autore: Roy Lewis
Anno 1960
Edizione: Gli Adelphi
Pagine: 178

Mi è sempre un pò complesso definire divertente un libro (soprattutto perchè non ritengo esilarante e divertente sinonimi, né l'uno l'approssimazione per eccesso dell'altro), presumibilmente perché io stesso resto perplesso di fronte al significato reale di tale aggettivo.
Ad ogni modo, assumendo spassoso come sinonimo ed indipendentemente dal filosofeggiare, ho trovato questo romanzo eccezionale in tutto il suo anacronismo, sia dal punto di vista narrativo, che per la scelta linguistica adottata dall'autore.
Come già accennato per Jerome questo di Lewis è uno di quei libri da bollino rosso, non per contenuti sconci, ma solo per il rischio che si corre, leggendolo in pubblico, di passare per il matto che ride da solo.
Meraviglioso è stato leggere questo breve romanzo, che sul finire lascia anche spazio, dopo le tante risate e i sorrisi, per riflettere sulla natura avida dell'umana specie.

Veloce lettura, giusta lunghezza.
Buona lettura.

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate, ché solo nello scambio c'è ricchezza per entrambi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget