Forse non essenzialmente io, ma io

La mia foto
Bologna (itinerante), Bo, Italy
Nato a Taranto il 6 maggio nel segno del Toro. Il Giallo del collettivo Shingo Tamai, cialtrone poliedrico, dilettante eclettico, onnivoro relazionale, sempre in cerca di piaceri, di vezzi, di spunti e di guerre perse in partenza. L'idea di comparire in questi termini sulla rete è nata da un brainstorming con un amico, Leonardo Chiantini, qualunque fortuna possa avere il suo primo "quaderno di appunti" virtuale, è a lui che vanno i suoi ringraziamenti.
Benvenuti e buona lettura.
Ps. Aggiungetemi su Facebook e, con lo pseudonimo andrelebrogge, su Twitter

sabato 28 marzo 2015

Cul in aria #7, Ovvero scintille di scrittura creativa in cucina

Waiting for Torta allo yogurt 


Partiamo da principio, cioè, che non è che un mal di testa è sempre furiero di sventure, metti ad esempio tu non voglia andare a lavoro, anzi, no no, meglio, tu non c'abbia voglia di scopare, un mal di testa, ma dico uno ogni tanto che sennò meglio consiglià na' biopsia, ti può anche salvare capre e cavoli.
E però, poi, ci sono quei mal di testa forti, tipo che lo senti proprio il sangue che ribolle e che son quelli di quando pure le guance ti diventano rosse e le orecchie bollenti e la bocca è riarsa e le mani sudate, ecco, quelli c'hanno due motivi: o è febbre e si curano più o meno sempre, più o meno tutti, o è il cuore e, se è il cuore, figlibbelli, allora i problemi alla testa son gli ultimi dei vostri pensieri.

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate, ché solo nello scambio c'è ricchezza per entrambi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget